È meglio Facebook Ads o Google Ads?

Facebook Ads o Google Ads? Cosa è meglio?

Se per la prima volta ti stai affacciando al mondo della pubblicità online, è probabile che ti stia chiedendo: qual è o strumento pubblicitario migliore? Facebook o Google? Su quale dovrei investire i miei soldi? Quale mi porterà più risultati?

Questa è una domanda molto comune, a cui cercheremo di risponderti in questo articolo.

La risposta breve è che non per forza uno deve essere migliore dell’altro e che, anzi, andrebbero visti come due strumenti complementari piuttosto che opposti, ma vediamo nel dettaglio quale fa meglio al caso tuo.

In questa guida esamineremo ciò che distingue Google Ads e Facebook Ads, come funzionano le due piattaforme pubblicitarie, quale dovresti usare e perché è una buona idea considerare di utilizzarle entrambe come parte di una tua più ampia strategia di marketing.

Nota: per quanto riguarda Google, parleremo solo della pubblicità sulla rete di ricerca poiché è quella più adatta alle piccole e medie imprese.

Indice dei contenuti

  • Come funzionano?
  • Punti di forza Google Ads
  • Punti di forza Facebook ads
  • Differenze Chiave tra Google Ads e Facebook Ads
  • Come Scegliere tra Google Ads e Facebook Ads?
  • Conclusioni e Suggerimenti

Come Funzionano

Google

Google Ads, precedentemente noto come Google AdWords, è la piattaforma pubblicitaria più grande e popolare al mondo. Il funzionamento della pubblicità sulla rete di ricerca Google è molto semplice: stabilisci per quali ricerche vorresti comparire e ogni volta che un utente fa clic su un tuo annuncio ti viene addebitato il costo.

Detta invece più nello specifico, la ricerca a pagamento si concentra sul targeting di parole chiave e sull’uso di annunci pubblicitari testuali. Gli inserzionisti che utilizzano Google fanno offerte per parole chiave (parole e frasi specifiche che gli utenti di Google potrebbero digitare nella barra di ricerca) nella speranza che i loro annunci vengano visualizzati insieme ai risultati di ricerca. Ogni volta che un utente fa clic su un annuncio, all’inserzionista viene addebitata una certa somma di denaro, da qui il nome “pubblicità pay-per-click”, o PPC. Paghi solo quando ricevi un clic, non quando un utente vede il tuo annuncio.

esempio di pubblicità su google

Esempio di pubblicità su Google della Apple

Facebook

La pubblicità su Facebook (che comprende anche quella su Instagram) ti permette invece di mostrare i tuoi annunci a persone specifiche che rispettano determinati criteri come età, interessi e posizione geografica scelti da te. Gli utenti vedranno gli annunci nel loro feed di notizie o su altre parti del sito. Puoi creare un annuncio composto da testo e immagine/video da zero o partendo da un post sulla tua pagina aziendale e impostare un budget per la promozione.

A differenza di Google, con la pubblicità su Facebook paghi ogni volta che un utente visualizza un tuo annuncio, non importa poi se lo ignora o ci clicca sopra.

Per una guida dettagliata sulla pubblicità Facebook, puoi vedere questo nostro articolo: facebook ads guida pratica e completa.

esempio di pubblicità su google

Esempio pubblicità su Facebook della Apple

Punti di forza Google Ads

1. Audience:

Se a qualcuno serve qualcosa, Google è il posto in cui andrà a cercarlo. Con oltre 40.000 ricerche al secondo, Google offre accesso a un’enorme audience globale composta da miliardi di utenti in tutto il mondo. Questa vasta portata è un punto di forza significativo poiché ti permette di raggiungere una varietà di potenziali clienti, indipendentemente dalla dimensione della tua azienda o dalla tua posizione geografica. Che tu stia cercando di promuovere i tuoi prodotti in un mercato locale o internazionale, Google Ads ti consente di ampliare la tua presenza e di connetterti con una vasta gamma di utenti.

2. Ricerca Intenzionale:

Una delle caratteristiche distintive di Google Ads è la capacità di rivolgersi a un pubblico che sta attivamente cercando i tuoi prodotti o servizi. I tuoi annunci vengono visualizzati quando qualcuno sta attivamente cercando informazioni, prodotti o servizi correlati al tuo settore. Questo significa che i tuoi annunci raggiungeranno utenti che sono in uno stato mentale predisposto all’acquisto o all’azione, o addirittura che vogliono subito comprare. Questa intenzione di ricerca rende Google Ads un potente strumento per catturare il pubblico giusto al momento giusto, mostrandoti ai clienti proprio quando ti stanno cercando.

3. Possibilità di competere con grandi inserzionisti:

Un aspetto unico di Google Ads è il concetto di “Punteggio di Qualità“. Questo punteggio valuta la pertinenza del tuo annuncio, delle parole chiave e della pagina di destinazione. Un alto punteggio di qualità non solo riduce il costo per clic (CPC), ma ti consente anche di competere efficacemente anche con budget pubblicitari inferiori. Questo significa che, anche se i tuoi concorrenti possono avere budget più elevati, un punteggio di qualità elevato ti permette di ottenere risultati competitivi, mantenendo i costi sotto controllo. Questo elemento di Google Ads premia la qualità del tuo annuncio e la pertinenza per gli utenti, garantendo una migliore efficienza della tua campagna pubblicitaria.

Punti di forza Facebook Ads

1. Segmentazione Demografica:

Il punto di forza principale delle Facebook Ads è la capacità di effettuare una segmentazione demografica estremamente dettagliata. Puoi definire il tuo pubblico in base a parametri come età, genere, interessi, stato civile, istruzione, posizione geografica e molto altro. Questa precisione nella segmentazione consente di raggiungere esattamente le persone che sono più inclini ad essere interessate ai tuoi prodotti o servizi, aumentando l’efficacia della tua pubblicità.

2. Contenuti Visivi e Coinvolgenti:

Facebook e Instagram sono delle piattaforme visive, e le Facebook Ads ti consentono di sfruttare questa caratteristica in modo efficace. Puoi creare annunci con contenuti visivi accattivanti, tra cui immagini e video, che catturano l’attenzione degli utenti. La natura visiva delle tue inserzioni favorisce l’engagement e aumenta le probabilità che gli utenti interagiscano con il tuo annuncio.

Segreto: nel caso in cui tu volessi spiare cosa fanno gli altri inserzionisti, puoi vedere le loro pubblicità direttamente dalla libreria inserzioni Facebook!

3. Coinvolgimento:

Un altro punto di forza di Facebook Ads è la possibilità di coinvolgere direttamente gli utenti. Puoi incoraggiare l’interazione attraverso “Mi piace,” commenti, condivisioni e clic sugli annunci. Questo coinvolgimento non solo aumenta la visibilità del tuo marchio ma crea anche una connessione diretta con il tuo pubblico, aiutando al tempo stesso a comprendere come vengono accolti i tuoi contenuti.

4. Pubblico più Ampio delle Ricerche:

Mentre Google Ads si basa principalmente sulla ricerca intenzionale, Facebook Ads si estende oltre questo approccio. Puoi raggiungere utenti anche quando non stanno cercando attivamente prodotti o servizi. Questo consente di generare consapevolezza di marca e di introdurre nuovi utenti al tuo business, aprendo opportunità per l’acquisizione di clienti.

5. Scaling:

Facebook Ads è altamente scalabile, il che significa che puoi adattare la tua campagna in base alle tue esigenze. Puoi iniziare con budget modesti e aumentare gradualmente le spese pubblicitarie man mano che ottieni risultati positivi. Questa flessibilità ti consente di espandere le tue campagne in modo progressivo, tenendo sotto controllo i costi e massimizzando il tuo ROI.

Differenze chiave

Vediamo ora quali sono le differenze fondamentali tra le due piattaforme pubblicitarie:

1. Segmentazione e Targeting:

  • Google Ads si basa su parole chiave e ricerca intenzionale, consentendoti di raggiungere utenti in fase di ricerca attiva. È possibile aggiungere target demografici specifici o escludere alcuni segmenti di pubblico. Tuttavia, soprattutto in settori di nicchia o per local business, spesso questo si traduce in poche ricerche disponibili ed un basso traffico a cui attingere. Il sistema di targeting principale quindi è a parole chiave, o più comunemente chiamate in inglese keywords, che dovrai ricercare e fornire tu alla piattafomrma;
  • Facebook Ads offre una segmentazione dettagliata e basata su caratteristiche demografiche e interessi, consentendoti di raggiungere utenti in base a dati demografici specifici, ai comportamenti online e alle proprie preferenze personali. Questa categoria di targeting si addice quindi a chi ha un prodotto o un servizio che vuole far scoprire ad un determinato tipo di pubblico che potrebbe essere interessato.

2. Formati e Tipi di Annunci:

  • Google Ads offre principalmente annunci testuali nella SERP di Google. Creando una campagna Google Ads sulla rete di ricerca, sarai chiamato a fornire una o più combinazioni di titoli e descrizioni che compariranno quando un utente digiterà determinate parole chiave. Pagando ogni clic, sarà fondamentale per l’ottimizzazione del budget, realizzare dei titoli che attirino subito l’attenzione dei potenziali clienti, allontanando invece eventuali clic provenienti da utenti disinteressati;
  • Facebook Ads valorizza contenuti visivi e coinvolgenti, tra cui immagini, video, caroselli e annunci dinamici. In questo contesto sarà fondamentale disporre di contenuti di alta qualità in grado di catturare l’attenzione degli utenti. Qui le meccaniche sono opposte rispetto a Google Ads: pagando non per ogni clic ma per ogni visualizzazione, sarà fondamentale trarre il massimo da ogni utente che visiona la tua inserzione. Devi considerare che sui social gi utenti non stanno cercando attivamente il tuo prodotto e sono in uno stato mentale diverso rispetto ai motori di ricerca. La tua inserzione quindi deve essere in grado di catturare subito l’attenzione degli utenti e incuriosirli.

3. Budget e Costi:

  • Google Ads utilizza un modello di pagamento basato su CPC (Costo per Clic), in cui si paga solo quando gli utenti fanno clic sugli annunci. Il costo per un singolo cilc dipende da molti fattori diversi, come la competizione per una determinata parola chiave, il tuo punteggio di qualità, la pertinenza del tuo annuncio, la qualità della tua pagina e così via. La variazione tra il CPC di un settore e quello di un altro può essere molto diverso: per alcune parole chiave potresti pagare  qualche decina di centesimo, fino ad arrivare alla fascia 7-10€ per ogni singolo clic per le parole chiave più contese;
  • Facebook Ads offre diverse opzioni di pagamento, la più utilizzata è il  CPM (Costo per Mille impressioni), consentendo una maggiore flessibilità nell’allocazione del budget. Il CPM per le campagne sulle piattaforme Meta dipende dal pubblico a cui si vuole mostrare la propria inserzione, dai posizionamenti interni alla piattaforma, dalla fascia oraria, dalle giornate, dal periodo dell’anno e da altri parametri indipendenti dall’utente.

4. Intento dell’Utente:

  • Google Ads si concentra su utenti in cerca di informazioni o prodotti specifici, catturando un pubblico con un prominente intento di acquisto. Si tratta dunque di persone che hanno consapevolezza di ciò che vogliono o del bisogno che stanno cercando di soddisfare, con una maggiore propensione all’acquisto o al contatto con l’azienda. In questo contesto anche la tua comunicazione deve essere più diretta, con offerte mirate e soluzioni veloci;
  • Facebook Ads raggiunge utenti che potrebbero non essere in fase di ricerca attiva del tuo prodotto o servizio ma possono essere influenzati dalla pubblicità visiva e coinvolgente a ricevere maggiori informazioni o a valutare l’acquisto del prodotto. Trattandosi di intenti che non stanno attivamente cercando una soluzione ad un problema, in questo caso la comunicazione deve essere più informativa e presentare correttamente il prodotto o servizio prima di provare a venderlo.

5. Obiettivi di Marketing:

  • Google Ads è ideale per la conversione diretta e la generazione di lead ne breve periodo grazie alla ricerca intenzionale. Se offri un prodotto o servizio conosciuto, che le persone normalmente cercano in rete, Google Ads si allinea ai tuoi obiettivi di marketing nel breve periodo. Google Ads inoltre ti permette di lanciare anche campagne più aggressive verso la concorrenza mirate all’aumento della tua quota di mercato: puntando sulle stesse parole chiave dei tuoi competitor, con annunci di qualità, offerte pertinenti e pagine web superiori, puoi intercettare il loro traffico e posizionarti di fronte ai loro potenziali clienti;
  • Facebook Ads è efficace per la costruzione di consapevolezza del marchio, coinvolgimento del pubblico e la creazione di relazioni con il mercato. Se stai lanciando un prodotto nuovo o se vuoi ampliare il numero di persone che conoscono la tua impresa, Meta Ads fa al caso tuo. Si adatta a obiettivi di marketing di lungo periodo, fondati prima sulla creazione di un rapporto con l’audience target e successivamente sulla vendita. Ci sono eccezioni in cui la pubblicità sui social può essere utilizzata per la vendita diretta, come nei casi di un offerta a tempo determinato o di festività ed occasioni di acquisto.

Come Scegliere tra Google Ads e Facebook Ads

Dunque, quale scegliere?

Questa è una decisione che devi prendere attentamente sulla base dei tuoi obiettivi aziendali, vediamo qualche punto che potrebbe aiutarti a scegliere.

Obiettivi Specifici:

  • Google Ads: Google Ads è la scelta giusta quando l’obiettivo principale è la conversione diretta. Se vuoi generare lead o vendere prodotti online, Google Ads ti offre un canale diretto per farlo.
  • Facebook Ads: D’altra parte, Facebook Ads è più adatto a obiettivi di marketing come la costruzione di consapevolezza di marca, il coinvolgimento del pubblico e la creazione di relazioni con i clienti. È perfetto quando si desidera che il pubblico conosca il tuo marchio o si impegni con esso.

Target di Pubblico Ideale:

  • Google Ads: Google Ads si adatta meglio a coloro che mirano a raggiungere utenti con un forte intento di acquisto. Questa piattaforma è ideale per aziende che cercano di catturare utenti in cerca di prodotti o servizi specifici. Ad esempio, se vendi scarpe da corsa, Google Ads ti consente di apparire quando qualcuno cerca “scarpe da corsa” su Google.
  • Facebook Ads: D’altra parte, Facebook Ads eccelle nella segmentazione demografica. È perfetto per chi desidera raggiungere utenti in base a interessi specifici e dati demografici dettagliati. Questa piattaforma è ideale per la costruzione di consapevolezza di marca e per influenzare utenti che potrebbero non essere in fase di ricerca attiva ma sono suscettibili all’influenza visiva.

Consapevolezza del mercato

Se vendi un prodotto conosciuto, o che le persone ripossono attivamente cercare, Google ads probabilmente è la scelta che fa per te. Ma se invece stai vendendo un prodotto nuovo e quindi sconosciuto, oppure altamente personalizzato o di nicchia, è probabile che tu voglia optare per una piattaforma che ti permette di raggiungere potenziali clienti che potrebbero essere interessati al tuo prodotto ma senza cercarlo attivamente.

Ad esempio, se la tua azienda vende un prodotto come una bicicletta, potresti dare priorità alle vendite a nuovi clienti che hanno bisogno del tuo prodotto piuttosto che alla costruzione di un seguito, quindi, probabilmente sceglieresti Google Ads. Invece, se gestisci un’azienda di moda che valorizza il suo stile unico, potresti investire di più nel rafforzamento del tuo marchio e nel connetterti con il tuo pubblico per convincerlo che vale la pena avere i tuoi pezzi. In questo caso, gli annunci di Facebook potrebbero essere la scelta migliore.

Budget

Se disponi di un budget importante, potresti non essere in grado di consumarlo interamente su google a causa del limite delle ricerche giornaliere per il tuo prodotto. Questo è un tipico caso in cui la colazione migliore è formata da entrambe le alternative. Google tuttavia offre un preziosissimo strumento: se già utilizzi la pubblicità su Google, sfrutta la Pianificazione del Rendimento e cerca di capire se vale la pensa incrementare il tuo budget o invece implementare una seconda piattaforma pubblicitaria

Esempi di Settori:

  • Google Ads: Aziende che operano in settori ad alta concorrenza, come servizi legali o finanziari, possono trarre maggior vantaggio da Google Ads. Le persone cercano attivamente informazioni e servizi in questi settori.
  • Facebook Ads: Al contrario, aziende che operano in settori come moda, ristorazione o intrattenimento potrebbero trovare più vantaggioso utilizzare Facebook Ads. Questa piattaforma consente di raggiungere specifici gruppi di interesse e di creare consapevolezza di marca.

Esempi pratici per scegliere tra Facebook Ads e Google Ads

1. Negozio di abbigliamento online:

Scenario: Un negozio di abbigliamento online che mira a raggiungere un vasto pubblico.

Scelta: Facebook Ads potrebbe essere più adatto in questo caso. Facebook offre una vasta gamma di opzioni di targeting demografico e comportamentale che consentono di raggiungere specifici segmenti di mercato interessati all’abbigliamento.

2. Startup di software B2B:

Scenario: Una startup che offre software B2B per la gestione delle risorse umane.

Scelta: Google Ads potrebbe essere preferibile. Gli utenti che cercano soluzioni software aziendali sono più propensi a utilizzare Google per cercare informazioni pertinenti e prodotti. Pubblicizzare attraverso Google Ads permetterebbe di catturare questi potenziali clienti mentre sono in fase di ricerca.

3. Pasticceria Locale:

Scenario: Una pasticceria locale che vuole aumentare le vendite durante le festività.

Scelta: Facebook Ads potrebbe essere la scelta migliore. Facebook consente di creare annunci visivamente accattivanti che possono catturare l’attenzione degli utenti locali interessati a dolci e dessert per le festività. Tuttavia, se invece la pasticceria volesse farsi trovare da potenziali turisti, Google ads sarebbe al scelta giusta, cosicché da farsi trovare subito da coloro all ricerca di una pasticceria in quel luogo.

4. Agenzia di Viaggi Online:

Scenario: Un’agenzia di viaggi online che offre pacchetti vacanza.

Scelta: Entrambi gli strumenti possono essere utili, ma Google Ads potrebbe essere più efficace nel catturare utenti in fase di ricerca attiva per destinazioni specifiche o pacchetti vacanza. Tuttavia, Facebook Ads potrebbe essere utilizzato per creare consapevolezza del brand e promuovere offerte speciali.

5. Ristorante di Cucina Etnica:

Scenario: Un ristorante di cucina etnica che vuole aumentare il numero di prenotazioni.

Scelta: Facebook Ads potrebbe essere più adatto. Con Facebook è possibile mirare agli utenti nella zona locale e utilizzare immagini accattivanti per promuovere le specialità culinarie e le offerte del ristorante.

6. Servizi di Pulizia Domestica:

Scenario: Un’azienda che offre servizi di pulizia domestica nella propria città.

Scelta: Google Ads potrebbe essere la scelta migliore. Le persone che cercano servizi di pulizia domestica spesso utilizzano Google per trovare fornitori locali. Pubblicizzare tramite Google Ads permetterebbe all’azienda di comparire nelle ricerche pertinenti degli utenti interessati.

7. Bottega di Artigianato Locale:

Scenario: Una bottega che produce e vende oggetti artigianali locali, come ceramiche o gioielli fatti a mano.

Scelta: Facebook Ads potrebbe essere la scelta ideale. Questo perché Facebook consente di mirare a utenti interessati all’artigianato locale e alla cultura locale. Gli annunci visivi possono mostrare i dettagli artigianali degli oggetti e attirare l’attenzione degli appassionati di artigianato.

8. Negozio di Prodotti Biologici:

Scenario: Un negozio di alimentari specializzato in prodotti biologici e locali.

Scelta: Facebook Ads potrebbe essere più efficace. Facebook consente di raggiungere utenti interessati allo stile di vita sano e sostenibile, spesso associato ai prodotti biologici. Gli annunci possono essere mirati in base agli interessi e alle abitudini di acquisto dei consumatori consapevoli della salute.

9. Studio di Yoga Locale:

Scenario: Uno studio di yoga che offre lezioni di gruppo e sessioni personalizzate.

Scelta: Una combinazione di Facebook Ads e Google Ads potrebbe funzionare bene. Facebook Ads potrebbero essere utilizzati per promuovere offerte speciali, eventi o per aumentare la consapevolezza del brand tra gli utenti interessati al benessere e allo stile di vita sano. Google Ads, d’altra parte, potrebbero essere utilizzati per catturare le ricerche locali di lezioni di yoga nella zona.

In ciascuno di questi casi, la scelta tra Facebook Ads e Google Ads dipende dalla natura del business, dal pubblico di riferimento e dagli obiettivi di marketing specifici. È importante valutare attentamente queste variabili prima di prendere una decisione sulla piattaforma pubblicitaria da utilizzare.

Nota bene: due imprese identiche che vendono lo stesso prodotto potrebbero scegliere piattaforme diverse ed avere entrambe successo. Non esiste per forza una piattaforma migliore dell’altra, sperimenta il più possibile e trova la combinazione che più fa al caso tuo, senza escludere nulla a priori.

esempio di pubblicità su google

Comparazione finale tra Meta Ads e Google Ads

Conclusioni

Come abbiamo avuto modo di vedere, questi due strumenti sono altrettanto validi, e spesso e volentieri, le lacune di uno vengono colmate dall’altro e viceversa.

Facebook Ads ti aiuta a trovare nuovi clienti, mentre Google aiuta i nuovi clienti a trovare te.

La strategia più efficace prevede l’utilizzo combinato delle due piattaforme. È comprensibile tuttavia che per motivi di budget oppure organizzativi si debba optare per una sola. In questo caso dovrai concentrare le forze sulla piattaforma che più si adatta alle esigenze, è meglio sfruttarne una sola e bene piuttosto che due male. Per quanto possano essere user friendly e abbiano negli anni creato delle versioni semplificate per i neofiti, entrambe le piattaforme richiedono esperienza e pratica per essere sfruttate al meglio.

Se l’argomenti ti interessa e vuoi proseguire, ti lasciamo qui sotto altri articoli che possono aiutarti, se invece vuoi saltare questa fase noiosa, puoi far fare a noi il lavoro sporco contattandoci qui!

Sei invece alla ricerca di altri articoli e altro materiale?

Se quello che hai letto in questa guida ti è piaciuto, allora ti interesseranno anche questi articoli:

Vuoi condividere questo post? Scegli il social media che preferisci:

Se vuoi vedere altri post come questo in futuro, Iscriviti per ricevere una notifica quando viene pubblicato un nuovo post