Quanto costa realizzare un sito web?

È una domanda comune, ma la risposta non è così scontata. Nessuno può darti un numero preciso senza conoscere appieno le tue esigenze, obiettivi e il contesto specifico della tua attività. Ciò che vogliamo sottolineare è che stimare il costo di un sito web è un processo intricato che richiede un’analisi approfondita.

Non ti farei un favore a darti delle cifre approssimative solo per darti una risposta veloce. Per alcune cose serve tempo.

Quello che posso fare però, e ti sarà più utile di qualsiasi altra cifra o consiglio pressapochista e campato all’aria, è aiutarti a ragionare su cosa potresti spendere in base a ciò che desideri realizzare.

Pronto? Partiamo.

RICORDA: se vuoi qualcosa su misura nessun articolo potrà darti una risposta esaustiva, se non hai le idee chiare o se hai delle richieste molto specifiche ti consiglio caldamente di contattare un professionista, spiegargli la tua situazione e riceverai risposte accurate. Se ti va di parlare direttamente con noi, puoi contattarci qui.

Indice dei contenuti:

Costi fissi

Che tu voglia affidarti ad un professionista o che tu decida di creare da solo il tuo sito web o farlo sviluppare in house, devi sapere che ci sono dei costi che dovrai in ogni caso sostenere.

Questi costi fissi sono il prezzo da pagare per disporre di tutti gli strumenti necessari poi alla realizzazione, quasi come se dovessi pagare la “materia prima” del tuo nuovo sito web.

Vediamoli nel dettaglio e capiamo quali sono necessari, quali opzionali e quali no.

1. Dominio [Obbligatorio]:

Il dominio è l’indirizzo web unico che le persone useranno per accedere al tuo sito (ad esempio, www.miosito.it, miosito.it è il dominio).

I costi variano in base all’estensione del dominio (ad esempio, .com, .it, .org) e all’agente di registrazione del dominio scelto. Generalmente non superano mai i 15/20€

Si paga in genere su base annuale, ma alcune estensioni possono richiedere un pagamento pluriennale.

2. Pacchetto di Hosting [Obbligatorio]:

L’hosting è il servizio che permette al tuo sito web di essere accessibile su Internet. I fornitori di hosting mettono a disposizione uno spazio su server in cui puoi archiviare i file del tuo sito web, diciamo che è una sorta di “affitto” per il tuo sito web.

I costi variano in base alle specifiche del piano di hosting (shared hosting, hosting VPS, hosting dedicato), alla quantità di spazio disco, alle risorse del server e ad altri servizi aggiuntivi inclusi.

Si paga di solito su base mensile o annuale e il prezzo si aggira intorno ai 200/250€ all’anno.

3. Privacy del Dominio [Opzionale]:

La privacy del dominio o WHOIS Privacy nasconde le tue informazioni personali (nome, indirizzo, numero di telefono) dal registro pubblico WHOIS dei domini. È un servizio opzionale che può essere acquistato per proteggere la tua privacy online.

4. Strumenti di costruzione del sito web [Opzionale]:

Se per la realizzazione del tuo sito web scegli di affidarti a piattaforme come Shopify, Clickfunnels o Wix ad esempio, dovrai pagare un abbonamento mensile o annuale per usufruire delle loro funzionalità di web building.

I costi per questi strumenti possono variare in base alle funzionalità offerte.

6. Backup e ripristino [Opzionale]:

Alcuni fornitori di hosting offrono servizi di backup e ripristino che consentono di proteggere i dati del sito web da perdite accidentali o danni.

I costi variano in base alla frequenza dei backup e alla quantità di dati da archiviare.

7. E-mail aziendale [Opzionale]:

Se desideri utilizzare un indirizzo e-mail personalizzato basato sul tuo dominio (ad esempio, nome@tuo-sito.it), potresti dover pagare per un servizio di posta elettronica aziendale.

Il costo dipende dal numero di caselle email che desideri creare, tuttavia la maggioranza dei servizi di hosting prevedono un discreto numero di caselle di posta elettronica compreso con il pacchetto hosting.

8. Costi di Rinnovo [Obbligatorio]:

Assicurati di considerare i costi di rinnovo annuale per dominio e hosting, poiché spesso i prezzi introduttivi possono essere inferiori ai costi di rinnovo.

9. Costo dei Plugin [Opzionale]:

I plugin sono componenti software aggiuntivi che possono essere installati sul tuo sito web per incrementare le funzionalità. Un esempio è la possibilità di disporre di un sito multilingue.

Alcuni plugin sono gratuiti, mentre altri richiedono un acquisto o una sottoscrizione a pagamento.

I costi dei plugin possono variare notevolmente in base alla complessità e all’utilità delle funzionalità aggiunte.

È importante valutare attentamente la necessità di ciascun plugin e considerare il relativo costo prima di integrarli nel tuo sito web poiché potresti finire per pagare per delle funzionalità superflue che invece di migliorare peggiorano le performance del tuo sito web.

10. Contenuti [Opzionale]:

Un sito di qualità deve contenere contenuti di qualità. Sarai tu a fornire i testi, le immagini e le grafiche per il tuo sito web o sarà il professionista a doverli creare al posto tuo?

Quando scegli a chi affidarti, assicurati che sia trasparente sulla realizzazione dei contenuti, per evitare brutte sorprese alla fine.

Esempi comuni di preventivi per siti web

Vediamo ora quanto potrebbero costare nel concreto alcuni tra i modelli più comuni e frequenti di sito web. Come abbiamo ribadito lungo tutto l’articolo, si trattano di costi indicativi che vanno valutati volta per volta.

Sito vetrina semplice, 4 pagine;

Questo probabilmente è il sito web per antonomasia, il classico sito web aziendale in cui si presenta la propria attività e si mostrano i propri servizi.

La struttura è composta da una Home Page, una pagina dedicata ai servizi, una dedicata al “Chi siamo” e una sezione per i contatti con relativi moduli di contatto.

Un sito web di questo ha un costo che ricade nella fascia 1450€ – 2300€ in base alla lunghezza delle pagine, alla quantità di contenuti e alla tipologia di funzionalità.

Si adatta alla perfezione a piccole attività e a professionisti che desiderano migliorare la propria presenza online grazie ad un sito web economico ma funzionale, che dispone di tutto ciò che è necessario.

E-commerce con meno di 10 prodotti

La realizzazione di un e-commerce richiede procedure e funzionalità che un sito vetrina non necessita, come ad esempio la gestione dell’inventario, i sistemi di pagamento elettronico e così via.

Un e-commerce con meno di 10 prodotti ha un prezzo di partenza di circa 2450€.

Questa tipologia non solo è ottima per chi desidera iniziare a vendere online, ma si adatta facilmente anche a piccole e medie imprese che si affacciano al mondo online per la prima volta. Se realizzato con WordPress infatti, un sito web di questo tipo è facilmente ampliabile in futuro, prestandosi all’aggiunta di nuovi prodotti o pagine.

E-commerce con 10+ prodotti

Questa tipologia è simile alla precedente, tuttavia all’aumentare del numero di prodotti aumenta anche la difficoltà di gestione e di inserimento delle informazioni.

Con un alto volume di prodotti, soprattutto se eterogenei tra loro, diventa necessario anche categorizzare la merce in sezioni, caricare molteplici schede prodotto e immagini, assicurandosi al tempo stesso che tutte siano egualmente ottimizzate e di qualità.

Per un e-commerce di questo tipo il costo di partenza si aggira intorno ai 4500€ a salire in base al numero di prodotti.

Landing page

Se tutto quello che ti serve è una pagina sola in cui mostrare un prodotto o un servizio specifico, o magari promuovere la tua figura, questo è il formato che stai cercando.

Una landing page però ha migliaia di sfaccettature diverse: è una landing page di vendita? Serve solo a raccogliere mail o a farti contattare? O più semplicemente non hai grandi esigenze e vuoi soltanto mostrare la tua figura con l’aggiunta di qualche informazione utile?

Per una landing page di contatto o raccolta mail si parte dai 450€ a salire, le landing page per infoprodotti ad esempio richiedono anche un copywriter e contenuti persuasivi di qualità. Se invece desideri una semplice pagina con qualche schermata, quella è la cifra indicativa.

Pianificazione del budget: Cosa Devi Sapere

Investire nella creazione di un sito web è un passo cruciale per qualsiasi attività, ma è altrettanto fondamentale capire chetante volte il rito web è solo l’inizio. Per avere successo online, è essenziale mettere in considerazione un budget per il marketing: non te ne farai nulla di un sito web se nessuno lo visita!

Ecco alcuni consigli importanti da tenere a mente:

  • Non spendere tutto il budget sul sito web: anche se è cruciale avere un sito web ben progettato e funzionale, non esaurire tutto il tuo budget in questa fase. Conserva una parte del tuo budget per la pubblicità, il marketing e futuri aggiornamenti o modifiche.
  • Pianifica il marketing: includi il marketing digitale nel tuo piano di spesa fin dall’inizio. Questo può includere campagne pubblicitarie online, ottimizzazione SEO continua, marketing sui social media e altro. Il marketing è ciò che ti aiuterà a far crescere il tuo sito web e a raggiungere il pubblico desiderato.
  • Stabilisci obiettivi di marketing chiari e realistici: Definisci obiettivi specifici per il tuo marketing, come il numero di visite al sito, la generazione di lead o le vendite online. Questo ti aiuterà a misurare il successo delle tue campagne e a giustificare gli investimenti.
  • Sii flessibile con il tuo budget: Il marketing digitale richiede spesso adattamenti e ottimizzazioni continue. Assicurati di avere un budget flessibile che ti consenta di apportare modifiche in base alle prestazioni e alle esigenze in evoluzione del tuo sito e non solo: se il tuo sito funziona e genera vendite o contatti potresti ritenere di aumentare la pubblicità per aumentare il ritmo di crescita.
  • Ricorda che il sito web è un investimento: Vedi il sito web come un investimento, non come una spesa. Un investimento efficace nel sito web può portare a un aumento significativo del tuo ritorno sull’investimento nel tempo.

Quanto tempo occorre per realizzare un sito web?

Per quanto possa sembrare ripetitivo, anche qui non c’è una risposta unica. Le tempistiche possono variare in base alla tipologia selezionata, alla realizzazione dei contenuti, all’eventuale cambio di agenzia e soprattutto dipende anche dalla collaborazione del cliente.

Per un sito web vetrina semplice le tempistiche medie vanno dai 14 ai 30 giorni.

Se non ci sono problematiche e le informazioni necessarie assieme al materiale vengono forniti prontamente, è necessaria una settimana per la progettazione e, dopo la successiva approvazione da parte del cliente, un’altra settimana per la messa online.

Per progetti più complicati invece le tempistiche potrebbero oscillare tra un mese e due mesi.

Ci possono essere delle eccezioni dettate magari dall’urgenza e dalla necessità del cliente. Questi casi devono essere valutati singolarmente, ma in situazioni estreme sarebbe possibile realizzare un sito web vetrina in una settimana.

Certe volte, tuttavia, è sempre meglio prendersi il tempo giusto per realizzare le cose nella maniera migliore possibile.

Conclusione

Abbiamo visto punto per punto quello che serve sapere sul costo di un sito web. Può sembrare impegnativo navigare tra tutte queste informazioni, ma se vuoi richiederci un preventivo riceverai un elenco dettagliato di tutte le spese, voce per voce, che dovrai sostenere, in maniera chiara e trasparente. Puoi richiederlo qui.

Va tenuto presente che un sito web rappresenta un investimento a lungo termine, un asset digitale per la tua azienda per anni a venire. Mentre la scelta del budget è personale e dipende dalle tue esigenze immediate, considerare il sito web come una componente strategica del tuo brand può giustificare un investimento più significativo nel lungo periodo. Un sito ben costruito e curato è una risorsa che cresce con la tua attività, offrendo valore duraturo e contribuendo al successo continuo della tua presenza online.

Vuoi condividere questo post? Scegli il social media che preferisci:

Se vuoi vedere altri post come questo in futuro, Iscriviti per ricevere una notifica quando viene pubblicato un nuovo post