Hai appena lanciato online il tuo nuovo sito web. Come controllare che tutto funzioni correttamente? Come testare il tuo nuovo sito web?

Mettere online un nuovo sito web è solo l’inizio di un percorso online. Una fase cruciale, e spesso sottovalutata o totalmente ignorata, è quella del testing post-lancio, un’operazione che assicura non solo che il sito sia accessibile al pubblico, ma anche che funzioni in modo impeccabile su tutti i fronti e che non ci siano errori.

In questo articolo, esploreremo una checklist dettagliata per il testing post-lancio di un sito web. Dai controlli delle funzionalità e dell’usabilità al controllo dei contenuti, dell’indicizzazione SEO e della sicurezza, affronteremo tutte le aree critiche da esaminare per garantire che il sito sia all’altezza delle aspettative e delle esigenze degli utenti.

Il testing post-lancio non è solo una formalità, ma una fase essenziale per la riuscita a lungo termine del sito web. Vediamo come questa pratica, se eseguita in modo approfondito e accurato, può contribuire a mantenere il sito funzionale, sicuro e performante nel tempo.

Testing delle Funzionalità e dell’Usabilità

Cominciamo con il controllo di tutte le funzionalità che potrebbero direttamente compromettere le performance del tuo sito web e l’esperienza dell’utente.

Verifica responsive design su dispositivi e browser diversi

Il primo passo cruciale è verificare la reattività e l’adattabilità del tuo sito web su una vasta gamma di dispositivi (smartphone, tablet, desktop) e su diversi browser (Chrome, Firefox, Safari, ecc.). Assicurarsi che il design sia fluido, che il contenuto sia leggibile e che le funzionalità siano accessibili su tutte le piattaforme, seguendo gli standard del responsive design. La qualità del progetto finale deve rimanere alta  sia che il sito web venga visionato su mobile che ad desktop. 

Foto, immagini e contenuti grafici devono reagire ed essere ridimensionati senza perderne le caratteristiche originarie. Spesso questi elementi sono i primi a subire i cambiamenti di un design responsive. In questo caso la pratica migliore è, all’origine, creare contenuti con forme preferibilmente quadrate o con grossi margini, così da  adattarsi a vari tipi di schermi e vari tipi di design. 

Controllo dei link interni ed esterni

Esamina attentamente tutti i link interni ed esterni presenti sul sito web per garantire che siano funzionanti e indirizzino correttamente alle pagine di destinazione che desideri. Sembra scontato, ma spesso capita di trovare link non funzionanti o che rimandano a pagine diverse da quelle prescelte. Verifica la presenza di eventuali errori 404 e correggili tempestivamente per evitare un impatto negativo sull’esperienza dell’utente e sul posizionamento nei motori di ricerca. 

Test dei form 

Verificare attentamente il funzionamento di tutti i form presenti sul sito, inclusi moduli di contatto, form di iscrizione o qualsiasi altra area in cui gli utenti possono inserire dati. Assicurarsi che i form siano attivi, funzionanti correttamente e inviino i dati corrispondenti al server senza errori. Controlla inoltre che tutte queste funzioni di raccolta dati rispettino i criteri legali sanciti dal GDPR per evitare di incorrere i multe non desiderate. 

Verifica delle funzionalità dinamiche come caroselli, menu a comparsa, video e audio

Testa tutte le funzionalità dinamiche presenti sul sito, come caroselli di immagini, menu a comparsa, video e audio incorporati. Più un elemento è sofisticato e più c’è la possibilità che presenti problemi. Verifica che tutti i contenuti si comportino correttamente su diverse piattaforme e che non causino problemi di compatibilità o di usabilità per gli utenti. 

Controllo dei contenuti e degli errori

Controllare la presenza di errori sul tuo sito web è fondamentale per fare una buona impressione sui potenziali clienti. Su internet tutti si sentono un po’ professori, e gli errori, sopratutto quelli banali, non vengono perdonati facilmente.

Analisi dei contenuti: 

Esamina attentamente tutti i contenuti presenti sul sito web, inclusi testi, immagini, video e altri media. Verifica che siano corretti, aggiornati e posizionati in modo appropriato nelle pagine. Assicurarsi che i testi siano leggibili e comprensibili e che le immagini siano di alta qualità e pertinenti al contesto è una passaggio che non si può saltare.

Ricerca di Errori Grammaticali, ortografici o di formattazione

Conduci una revisione accurata per individuare e correggere eventuali errori grammaticali, ortografici o di formattazione presenti nei contenuti del sito. Una corretta revisione dei testi è fondamentale per trasmettere professionalità e affidabilità agli utenti. Anche se ti sembrerà superfluo perché hai già letto e riletto il testo almeno venti volte, ci sarà sempre un errore che hai trascurato o che riuscirai a trovare solo con una ulteriore revisione.

Testare la coerenza del brand e dell’identità visiva su tutte le pagine

Il risultato finale rispecchia il progetto iniziale? L’immagine che ne esce, della tua azienda e della tua figura, è coerente, professionale e rilevante? Questo comprende l’uso uniforme del logo, la scelta dei colori, lo stile tipografico e altri elementi di design. La coerenza del brand contribuisce a consolidare l’immagine aziendale e a fornire un’esperienza coerente agli utenti.

Ottimizzazione SEO e Performance

Veniamo ora ai controlli che vanno fatti dal punto di vista delle performance. Tutto quello che vedremo in questo paragrafo andrà ad incidere direttamente sul tuo posizionamento nei motori di ricerca, è fondamentale quindi che tu non lo sottovaluti.

Velocità di caricamento delle pagine

Verifica la velocità di caricamento delle pagine utilizzando strumenti specifici come PageSpeed Insights di Google o alternative simili. Ottimizza le risorse del sito (immagini, script, codice) per migliorare la velocità di caricamento, un fattore critico per l’esperienza degli utenti e il posizionamento sui motori di ricerca.

Verifica dell’indicizzazione sui motori di ricerca 

Controlla sempre che il sito sia stato indicizzato correttamente dai motori di ricerca come Google, Bing, ecc. Per farlo, hai a disposizione strumenti come Google Search Console per verificare l’indicizzazione delle pagine e correggere eventuali problemi di indicizzazione.

Test degli elementi SEO come meta tag, tag di intestazione, parole chiave, URL, ecc.

Esamina attentamente gli elementi SEO critici come i meta tag (titolo, descrizione), i tag di intestazione (H1, H2, ecc.), l’uso appropriato delle parole chiave pertinenti al contenuto e l’ottimizzazione degli URL. Assicurati che siano correttamente implementati per migliorare la visibilità del sito sui motori di ricerca e favorire un ranking migliore nelle SERP (Search Engine Results Page).

Controllo della Sicurezza e della Manutenzione

La sicurezza di un sito web è un fattore chiave che incide su tutti i punti di interesse: dal ranking sui motori di ricerca alla fiducia degli utenti alle possibili conseguenze che fughe di dati possono comportare.

Verifica della sicurezza del sito

Effettuare una verifica approfondita della sicurezza del sito web. Assicurarsi che tutti i plugin, temi e software siano aggiornati alla versione più recente per garantire l’eliminazione di vulnerabilità note. Verificare la presenza di un certificato SSL attivo per garantire la connessione sicura e crittografata e proteggere i dati degli utenti. Implementare misure di sicurezza aggiuntive per proteggere il sito da malware e possibili attacchi esterni.

Creazione di un piano di backup regolare

Creare un piano di backup regolare per il sito web potrebbe essere una pratica molto utile. Eseguire backup periodici dei file del sito e del database per garantire la disponibilità di una copia di sicurezza in caso di perdita di dati imprevista. Verificare che i backup siano completi, accessibili e funzionanti correttamente per poter ripristinare il sito in caso di necessità.

Conclusioni

La fase di testing non dovrebbe essere considerata come un semplice controllo formale, ma come un’opportunità per identificare e correggere qualsiasi elemento che potrebbe compromettere l’usabilità, la visibilità e la sicurezza del sito. Un sito web ben testato è sinonimo di un’esperienza utente soddisfacente, contribuendo a consolidare la reputazione e l’affidabilità del marchio.

Tuttavia, il testing non dovrebbe essere un’operazione isolata. È altrettanto importante implementare una strategia di revisione e manutenzione continua del sito nel tempo. Periodiche revisioni, aggiornamenti, backup regolari e un costante monitoraggio della sicurezza sono essenziali per garantire che il sito mantenga la sua efficienza nel tempo, rimanendo al passo con le mutevoli esigenze degli utenti e le evoluzioni tecnologiche

Spero che questo articolo ti sia stato utile, se hai ancora bisogno di aiuto con il tuo sito web e stai cercando dei professionisti veloci, disponibili e vantaggiosi, puoi contattarci qui! 

Se invece stai cerando altre informazioni sui siti web e il web design, ecco altri articoli che potrebbero interessarti:

Vuoi condividere questo post? Scegli il social media che preferisci:

Se vuoi vedere altri post come questo in futuro, Iscriviti per ricevere una notifica quando viene pubblicato un nuovo post